Sharp, durante la conferenza stampa tenutasi ieri all’IFA2018 di Berlino, ha annunciato tante novità che vedremo nel mercato Europeo nei prossimi mesi. Fra queste la seconda generazione di televisori smart con risoluzione 8K, insieme a una videocamera professionale in grado di registrare contenuti ad altissima risoluzione, tre nuovi smartphone e tanti elettrodomestici dedicati alla domotica.

La scelta di reinvestire nel mercato europeo deriva dalla continua crescita finanziaria dell’azienda giapponese, che ha visto un aumento del fatturato del 18% tra il 2016 e il 2017. A ciò si aggiunge la continua voglia di innovare e dunque la volontà di sdoganare la risoluzione 8K, ovvero 7.680 x 4.320 pixel, non solo dal punto di vista della fruizione, ma anche per quanto riguarda la creazione di contenuti.

Televisori Sharp

Inizialmente ci saranno tre modelli di Smart TV dotate di un pannello con 7.680 x 4.320 pixel e diagonale di 60, 70 o 80 pollici. La retroilluminazione è affidata alla tecnologia local dimming multi zona: ciò permette di avere sempre immagini brillanti e fedeli grazie alla possibilità di controllare ogni singola zona di retroilluminazione singolarmente. I televisori potranno anche riprodurre contenuti nativi in 2K e 4K, adattando in maniera automatica la risoluzione senza perdita di dettaglio e garantendo la massima immersività. Il processore di immagine garantisce inoltre una frequenza di aggiornamento di 100Hz, per una visione sempre nitida anche durante scene d’azione o sportive. L’arrivo sul mercato è previsto per fine 2018 nel continente asiatico, mentre arriveranno in Europa a inizio 2019.

Accanto alle nuove TV, sono state annunciate anche una soundbar 8K – ovvero un sistema audio per televisori – con una configurazione di altoparlanti capace di emulare un impianto con 22.2 canali e una videocamera professionale 8K.

Videocamera Sharp 8K

Oltre ai modelli TV 8K, saranno disponibili sin da subito anche i televisori UI7 e UI9, televisori con risoluzione 4K (3840 x 2160 pixel) che si differenziano per la tipologia di retroilluminazione: i modelli UI7 hanno infatti tecnologia Direct Led, ovvero dove i diodi luminosi sono posti direttamente dietro al display, mentre quelli UI9 adottano tecnologia Edge Led, in cui i led sono disposti lungo le cornici. Entrambe le versioni sono invece accomunate da un sistema audio integrato Harman-Kardon, compatibile anche con Dolby Digital e Dolby+. I prezzi partiranno da 899 euro per l’UI7 con diagonale da 60 pollici, fino ad arrivare ai 1799 euro dell’UI 9 con diagonale da 70 pollici.

Strategica per l’azienda la collaborazione con Pininfarina, azienda italiana da sempre sinonimo di design. Tale partnership ha portato alla creazione di una linea di prodotti che fa del binomio tecnologia e design il proprio cavallo di battaglia. Si parla infatti di nuovi formati da 60 e 70 pollici, che andranno a sostituire gli attuali 55 e 65 pollici, e anche nuove soundbar e altoparlanti.

Oltre ai nuovi televisori, Sharp ha annunciato l’arrivo di tre smartphone. Si parte dall’entry level B10, dotato di una fotocamera da 13 Mpixel e proposto in bundle con un televisore 24 pollici HD-ready a un prezzo di 299 euro. Una proposta interessante per chi non ha particolari esigenze. Il medio di gamma C10 integra invece un processore Snapdragon 630, coadiuvato da 4GB di RAM e 64GB di memoria interna. La parte frontale è occupata per l’87,5% dal display in formato 17:9 con risoluzione FullHD+ (2040 x 1080 pixel), mentre nella parte inferiore trova posto un sensore per le impronte digitali. Il comparto multimediale è invece affidato a una doppia fotocamera posteriore, con due sensori da 12 e 8 Mpixel e da una fotocamera frontale da 8 Megapixel. La batteria da 2700 mAh dovrebbe garantire una discreta autonomia.

La proposta di fascia più alta si chiama D10, e si differenzia dal C10 per un design e un assemblaggio più curato e rifinito, oltre che per specifiche migliori. Tra queste uno schermo con diagonale da 5.99 pollici che copre il 91% dell’area frontale, con fattore di forma 18:9 e risoluzione di 2160 x 1080 pixel. Migliore anche la fotocamera posteriore che può contare su due moduli da 12 e 13 Mpixel mentre quella frontale può contare su ben 16Mpixel. Presente il lettore di impronte digitali oltre che la possibilità di effettuare lo sbocco dello schermo tramite riconoscimento facciale. L’autonomia dovrebbe essere di buon livello, grazie ad una capiente batteria di 2900 mAh. Processore, RAM e archiviazione interna saranno invece i medesimi del C10. I prezzi per il C10 e il D10, saranno rispettivamente di 299 e 399 euro.

Infine, tanti dispositivi connessi dedicati alla domotica, progettati per aiutare a migliorare la qualità della vita quotidiana, tra cui purificatori d’aria, condizionatori e frigoriferi.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Diventa Sostenitore
Articolo Precedente

Star Wars Jedi Challenges, per il gioco AR di Lenovo in arrivo il pacchetto dedicato al lato oscuro e la LightSaber di Kylo Ren

prev
Articolo Successivo

LG, l’intelligenza artificiale a bordo degli elettrodomestici: ecco la casa del futuro

next