Una bambina libanese di 2 anni si è sentita male sul volo Alitalia in viaggio tra Beirut e Roma, morendo poco dopo l’atterraggio di emergenza a Bari. Secondo quanto ricostruito dagli agenti della polizia di frontiera aerea, è stata una crisi cardiaca la causa del decesso della piccola passeggera affetta da iperossaluria, una grave patologia ai reni. L’aereo ha effettuato un atterraggio di emergenza nell’aeroporto di Palese per prestare i soccorsi, risultati inutili.  In aeroporto si sono recati il pm di turno della Procura di Bari Marcello Barbanente, che ha avviato accertamenti, il medico legale del Policlinico Claudia Lauretti, e personale della polizia aeroportuale.

La piccola, in viaggio con i genitori nella capitale per ricevere cure mediche, era sotto assistenza medica speciale, con tanto di maschera di ossigeno quando ha iniziato ad accusare il malore. L’infermiera della Croce Rossa che viaggiava con la famiglia le ha prestato il primo soccorso e contestualmente è stato deciso l’atterraggio di emergenza. La piccola è stata quindi presa in carico dai medici del 118 di Bari che hanno continuato a rianimarla, ma per lei non c’è stato niente da fare. Vista patologia di cui era affetta la piccola, i medici legali hanno comunicato alla Procura che non ritengono necessaria l’autopsia.

 

Sostieni ilfattoquotidiano.it: se credi nelle nostre battaglie, combatti con noi!

Sostenere ilfattoquotidiano.it vuol dire due cose: permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti, gratuito per tutti. Ma anche essere parte attiva di una comunità e fare la propria parte per portare avanti insieme le battaglie in cui crediamo con idee, testimonianze e partecipazione. Il tuo contributo è fondamentale. Sostieni ora

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Migranti, 100 sbarcati dalla Diciotti a Rocca di Papa. Cei: “Scandaloso assistere senza aiutare”. Proteste di residenti e Fdi

next
Articolo Successivo

Ponte Morandi, protezione civile: “Priorità sono cittadini e viabilità. Avanti realizzando ciò che si deve”

next