Piero Codia, Margherita Panziera e Simona Quadarella: dagli Europei di nuoto di Glasgow arrivano tre ori uno in fila all’altro per l’Italia nell’ultima giornata di gare in vasca. Il primo, quello del 28enne, è anche il più inaspettato. Codia vince a sorpresa i 100 farfalla con il tempo di 50.64, diventando il primo italiano a nuotarli sotto i 51”. Poi è arrivato il trionfo della 22enne trevigiana: anche per lei nuovo record italiano e dei campionati nei 200 dorso. Neanche il tempo di finire di festeggiare e la 19enne romana ha dominato i 400 stile libero, dopo le prime due medaglie d’oro vinte negli 800 e nei 1500. L’Italia del nuoto chiude così la sua miglior rassegna continentale di sempre con 22 medaglie, di cui 6 d’oro.

“Volevo riscattarmi, ho dato tutto e ho vinto. Ancora non ci credo, poi con un tempo così. Mai lo avrei pensato”, ha detto Codia ai microfoni Rai dopo aver nuotato il secondo miglior tempo al mondo stagionale, lasciandosi alle spalle il francese Mehdy Metella e il britannico James Guy. “Sono felicissimo, in questi ultimi due anni sto iniziando a credere di più nelle mie potenzialità. Non me ne rendo ancora conto”, ha aggiunto l’azzurro che ha sorpreso tutti nuotando in prima corsia il quarto tempo europeo di sempre e l’ottavo di sempre al mondo.

Euforica anche la giovanissima Panziera: “Aspettavo da mesi questa gara, è stato bellissimo – ha detto alla Rai – Ho fatto il mio, il fatto di avere avversarie competitive mi ha aiutato a fare questo tempo. Non ci credo ancora”. Con il crono di 2.06.18 la trevigiana ha battuto la russa Daria Ustinova e l’ungherese Katalin Burian.

Diventa un tris di medaglie d’oro invece quello di Simona Quadarella agli Europei di nuoto di Glasgow. Dopo le vittorie negli 800 e nei 1500, la 19enne romana ha trionfato anche nei 400 stile libero con il tempo di 4’03”35. L’azzurra si è imposta dopo un testa a testa serrato con l’ungherese Ajna Kesely, argento in 4’03”57. E per l’Italia sono arrivati anche i bronzi di Arianna Castiglioni nei 50 rana e di Andrea Vergani nei 50 metri stile libero, la gara più veloce degli Europei.

Nelle acque libere del lago di Loch Lomond ha vinto invece l’argento Giulia Gabrielleschi, favolosa nella 10 km di nuoto dove si è arresa solo all’olandese Sharon Van Rouwendaal. La 21enne pistoiese ha scelto una tattica precisa: “Ho deciso di seguire l’olandese –  ha raccontato – sono brava a tenere le scie: mi è andata bene. Sono fiera di me stessa perché ho tenuto duro e lavorato tantissimo quest’anno”.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Europei, Daisy Osakue conquista la finale: “In quel lancio rabbia e felicità. Non mi importa quello che è successo”

prev
Articolo Successivo

MotoGp Austria, vince Jorge Lorenzo davanti a Marquez. Dovizioso 3°. Solo sesto Valentino Rossi

next