Alessandro Miressi è il nuovo campione d’Europa nei 100 stile libero. L’azzurro, tesserato con le Fiamme Oro della polizia, ha nuotato in 48″01 la finale disputata a Glasgow. “Sono felicissimo, non pensavo di nuotare 48″01. Non ho parole” ha commentato l’atleta torinese ai microfoni di Rai Sport dopo il trionfo nella prova regina del programma dei campionati. “Provo solo felicità, potrei di nuovo buttarmi e fare un altro 100 – ha aggiunto l’azzurro – Ho un’adrenalina addosso assurda”. Miressi è il quinto italiano a vincere i 100 stile libero agli Europei. Il campione in carica Luca Dotto è arrivato 5°, in  48″45. Argento al britannico Duncan Scott, bronzo al francese Mehdy Metella.

Paltrinieri sul podio bronzo: “Non ero al meglio” – Delusione per il campione olimpico Gregorio Paltrinieri. Debilitato dalla febbre e da un virus intestinale, l’azzurro “si ferma” al bronzo nei 1500 stile libero. “Greg” si è arreso al tedesco Wellbrock, medaglia d’oro, e all’ucraino Romanchuk, argento. Quarta piazza per l’altro italiano in gara, Domenico Acerenza. “Tra queste giornate è stata la migliore, un po’ perché mi ero convinto di voler provare, sicuramente stavo meglio di ieri e stamattina”. “Loro hanno fatto un gran tempo – ha aggiunto riferendosi Wellbrock e Romanchuk – Sapevo che comunque sarebbe stata una gara super agguerrita. Devo fare i complimenti a loro, stanno migliorando di anno in anno sempre di più. Hanno fatto una gara impressionante, io non ero al meglio. Quanto brucia perdere il titolo continentale? Mi scoccia per il fatto che non ero al meglio, il fatto di perdere fa parte dello sport. Poi magari non avrei vinto lo stesso, stavolta è andata così”.

Castiglioni al terzo gradino dei 100 rana femminili – La terza medaglia della giornata per l’Italnuoto è andata ad Arianna Castiglioni che ha conquistato il bronzo nei 100 rana femminili, dietro alla russa Yuliya Efimova, oro, e alla lituana Ruta Meilutyte, argento. Per l’azzurra è il secondo bronzo continentale in carriera dopo quello di Berlino nel 2014. Settima l’altra italiana in gara, Martina Carraro.