“Vendetta verbale” del deputato di Forza Italia, Sestino Giacomoni, nel corso della discussione sul decreto dignità. Il presidente della Camera, Roberto Fico, gli dà la parola storpiando per sbaglio il cognome e chiamandolo “Giacomini”. Il deputato gli risponde, in tutta risposta, ribatte “grazie presidente Fica“.
Dall’Aula si sono levati applausi e risate. “Questa cosa rimarrà negli annali” ha commentato Fico.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Decreto Dignità, inizia l’esame degli emendamenti. Fraccaro: “Fiducia? Vediamo se manterranno gli accordi”

prev
Articolo Successivo

Daisy Osakue, Cei: “C’è clima xenofobo, ministro Salvini pesi le parole”. Di Maio: “Criminali, ma non strumentalizzare”

next