Tutto previsto nell’assemblea di Cassa Depositi prestiti chiamata a rinnovare il consiglio di amministrazione e individuare i suoi vertici per il triennio 2018/2020. L’ex numero uno di Mps Massimo Tononi è stato nominato pesidente, come indicato dalle Fondazioni di origine bancaria. Fabrizio Palermo, già direttore finanziario di Cdp viene designato amministratore delegato mentre l’economista Luigi Paganetto è stato designato vice presidente confermando le indiscrezioni degli ultimi giorni. Formalmente le nomine dell’ad e del vicepresidente arriveranno a Cda rinnovato nei prossimi giorni. Gli altri consiglieri nominati sono Fabrizia Lapecorella, Fabiana Massa Felsani, Valentino Grant, Francesco Floro Flores, Matteo Melley e Alessandra Ruzzu.

Fabrizio Palermo guadagna la guida dell’Istituto di via Goito dopo esserci arrivato nel 2014 durante la gestione di Giovanni Gorno Tempini. Come direttore finanziario ha avuto un ruolo di prima linea nel rafforzamento della struttura economica e patrimoniale della società, messa in atto dal suo predecessore Fabio Gallia. A lui potrebbe essere chiesto, per realizzare parte dei programmi del contratto di Governo, di creare all’interno del gruppo Cassa Depositi Prestiti una banca d’investimenti sul modello della Banque Publique d’Investissement (BPI) che fa capo a Caisse des Depot, la sorella francese di Cassa Depositi Prestiti. Bpi, venne creata nel 2013 su decisione di François Hollande per sostenere le Piccole e Medie imprese e le imprese innovative, indebolite dalla crisi, ma oggi sostiene anche le grandi imprese.