L’Aula della Camera sembra già in ferie per l’estate. Solo una decina di deputati hanno partecipato alle interpellanze urgenti, in calendario venerdì 20 luglio: tra queste, era prevista anche la risposta del ministro del Lavoro e dello Sviluppo economico, Luigi Di Maio, sul dossier delicato dell’Ilva, dopo le criticità fatte emergere dall’Anac. In Aula, però, il deserto o quasi.
Il deputato del Pd, Filippo Sensi, ha attaccato i colleghi della maggioranza: “Banchi Lega deserti e due Cinque Stelle per questione Ilva con Luigi Di Maio in aula” ha scritto. Peccato, però, che del Partito democratico ci fossero quattro o cinque deputati (più qualcun altro di Forza Italia). E pochi altri. La Camera è stata ora convocata per martedì 24 luglio, alle ore 11.

Sostieni ilfattoquotidiano.it:
portiamo avanti insieme le battaglie in cui crediamo!

Sostenere ilfattoquotidiano.it significa permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti.

Ma anche essere parte attiva di una comunità con idee, testimonianze e partecipazione. Sostienici ora.


Grazie Peter Gomez

Sostienici ora Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Decreto dignità, Landini: “Necessario reintrodurre l’articolo 18. Ripristino dei voucher? Una presa in giro”

next
Articolo Successivo

Ilva, Di Maio: “Anac ci dà ragione. Per colpa dello Stato la gara è stata un pasticcio, lesa la concorrenza”

next