Quarantotto paracadutisti provenienti da quattordici paesi diversi sotto la guida esperta del sei volte campione di skydiving Dan Brodsky-Chenfeld decidono di lanciare un messaggio forte al mondo intero. Il team, in formazione a cinquemila metri d’altezza sopra la località di Perris in California, disegna nel cielo la scritta “peace”, per ricordare al mondo che non bisogna mai smettere di lottare per raggiungere la fine dei conflitti, nemmeno quando quel mondo sei abituato a vederlo dall’alto con l’adrenalina a mille e un paracadute a proteggerti dall’impatto al suolo.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

L’intervista tv è una comica: il gatto ruba la scena al politologo. Ed ecco cosa combina

next
Articolo Successivo

La frenata è troppo brusca e l’automobilista va su tutte le furie: l’incredibile reazione ripresa dalla dashcam

next