Polemica concitata a In Onda (La7) tra Claudio Borghi, deputato della Lega e presidente della commissione Bilancio della Camera, e l’ex commissario alla spending review, Carlo Cottarelli, sulla flat tax. Borghi menziona il caso della Russia: “Nel 2001 è passata da un sistema ad aliquote, esattamente identico al nostro, al 12% di flat tax, con un aumento del gettito fiscale del 25%, ma perché c’è stata una emersione”. Cottarelli replica: “In quel periodo il pezzo del petrolio è passato da 10 dollari a barile a 60 dollari a barile. Figuriamoci. E’ chiaro che le tasse sono aumentate”. Esplode la polemica tra i due duellanti. Borghi ribatte: “Ma sta dicendo che in un anno il prezzo del petrolio è passato da 10 dollari a 60 dollari a barile nel 2001, nel mentre che veniva introdotta la flat tax? Se dice che in un anno il prezzo del petrolio è aumentato 6 volte, sta facendo burla di se stesso“. “Ma chi ha detto sei volte? Io mi riferivo al ’99” – risponde Cottarelli – “C’è un ritardo quando si pagano le tasse rispetto al reddito. Quindi, tra una cosa e l’altra, c’è voluto un po’ di tempo”. “Guardi che è stato immediato l’aumento del gettito del 25%” – controbatte Borghi – “Andiamo a vedere i prezzi del petrolio in quell’anno, perché io sono stufo delle balle. Ogni volta che si va in televisione, ci sono bugie”. A stento i due conduttori, Luca Telese e David Parenzo, riescono a sedare gli animi. E Cottarelli impreca: “Perdio, Borghi sta dicendo che sto mentendo”. Dopo qualche minuto, riesplode lo scontro. Borghi legge in diretta dal suo smartphone il prezzo del petrolio nel 2000 (27 dollari), 2001 (23 dollari) e 2002 (22 dollari). E accusa: “E questo signore vorrebbe insegnarci l’economia? Ci ha detto che il prezzo del petrolio è passato da 10 dollari a 60 dollari a barile e invece è sceso in quel periodo. Vedete come viene inquinato dalle bugie il dibattito sull’economia?”. “Ma non è possibile, Borghi non mi lascia parlare. E perdio”, esclama Cottarelli. “Non c’è bisogno dei perdio”, mormora Telese. L’economista prosegue: “Nel ’99 il prezzo del petrolio era 10 dollari a barile, poi è aumentato rapidamente. Questo ha rilanciato tutta l’economia russa, il che ha fatto crescere il Pil“. Borghi ripete i dati prima letti. “Non sono quelli i numeri che ho detto”, ribatte Cottarelli – “Guardi il prezzo del petrolio nel ’98”. Il battibecco continua ancora, concludendosi in modo ilare. Borghi che simula con le mani il mirror climbing di Cottarelli e quest’ultimo commenta, ridendo e applaudendo il suo “avversario”: “Eh, buonasera, ciao”