“Non abbiamo preso 11 milioni di voti per favorire un governo tecnico. È solo per questo che abbiamo scritto quel contratto con la Lega. Non è stato semplice perché su tante cose non siamo d’accordo. E poi sono un cittadino del sud e non ho dimenticato quello che ha fatto la Lega. Però ci siamo ritrovati su tante cose. Il punto non è stato Savona ma tutti quelli come lui. Io non individuo il nemico nel Quirinale ma ci devono dire chiaramente se possiamo andare a votare e scegliere o se ci stanno prendendo in giro. Una maggioranza in parlamento c’è, fate partire questo governo o ridate la parola agli italiani. Se si va a votare di nuovo le forze politiche che stavano facendo questo governo prendono ancora più voti e sarà proposto di nuovo questo governo. Siamo pronti a rivedere le nostre posizioni ma adesso si rispetti la volontà del popolo e vedrete come lo spread scende e si risolvono i problemi finanziari”. Così Luigi Di Maio dal palco della manifestazione convocata a Napoli con lo slogan #ilMioVotoVale

Sostieni ilfattoquotidiano.it ABBIAMO DAVVERO BISOGNO
DEL TUO AIUTO.

Per noi gli unici padroni sono i lettori.
Ma chi ci segue deve contribuire perché noi, come tutti, non lavoriamo gratis. Diventa anche tu Sostenitore. CLICCA QUI
Grazie Peter Gomez

Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Governo, Cottarelli al Colle per un incontro informale con il presidente Mattarella

next