Forti contestazioni a Milano all’altezza dello spezzone di corteo del 25 aprile nel quale si trova la Brigata Ebraica all’altezza di piazza San Babila. Insulti reciproci, slogan contro ‘Israele assassina‘ hanno creato attimi di tensione con dei manifestanti e i supporter della Brigata Ebraica che non hanno reagito anche se qualche singolo ha risposto alle accuse di ‘sionismo’. Una seconda contestazione alla Brigata Ebraica, ma senza momenti di tensione, si è verificata tra via Case Rotte e piazza della Scala dove una ventina di attivisti ha urlato slogan per la Palestina libera. La protesta è stata civile e la Polizia non è dovuto intervenire.