A dieci giorni dalla scomparsa di Davide Maran, il 25enne di Cento di cui non si hanno notizie dal 25 marzo, le ricerche continuano. L’ultima volta lo studente, originario di Cento (Ferrara), era stato visto fuori da un locale a Lubiana (Slovenia) dove si era trasferito a inizio di marzo per studiare fitochimica.

Dopo giorni di buio ieri c’è stato un possibile avvistamento: un imprenditore di Cadore, nel Bellunese, avrebbe visto Davide Maran mentre faceva l’autostop. L’uomo avrebbe visto un giovane mentre andava a casa e poi guardando il telegiornale non avrebbe avuto dubbi. La segnalazione è stata girata alla famiglia. Riscontri anche da un bar di Dosoledo, sempre nel Bellunese. L’ultimo accesso ai social di Maran è del 23 marzo. Dal 25 il telefono risulta staccato. Le indagini proseguono nel più stretto riserbo. Le autorità italiane e slovene sono al lavoro insieme alle forze dell’ordine e alla famiglia; anche la Farnesina sta seguendo il caso.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: il tuo contributo è fondamentale

Il tuo sostegno ci aiuta a garantire la nostra indipendenza e ci permette di continuare a produrre un giornalismo online di qualità e aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per il nostro futuro.
Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili