L’elezione di Elisabetta Alberti Casellati e Roberto Fico alle presidenze di Senato e Camera e le dimissioni di Paolo Gentiloni nelle mani del capo dello Stato danno il via al conto alla rovescia istituzionale verso il tentativo di formare il nuovo governo. Le consultazioni del presidente della Repubblica Sergio Mattarella potrebbero partire subito dopo Pasqua. Ecco le tappe.

I GRUPPI CONVOCATI IL 27 MARZO – Alla Camera i deputati devono comunicare a quale gruppo si iscrivono entro il prossimo 26 marzo. I gruppi sono tutti convocati per martedì 27 marzo alle 15.30 per l’elezione dei rispettivi presidenti. A seguire si terrà la prima conferenza dei capigruppo. Al Senato i senatori devono dichiarare l’adesione ai gruppi entro lunedì. La prima conferenza dei capigruppo di palazzo Madama è convocata per mercoledì 28 marzo alle 11.

GLI UFFICI DI PRESIDENZA – L’Aula della Camera è convocata per giovedì 29 marzo per l’elezione dei componenti dell’Ufficio di presidenza. L’Assemblea di Montecitorio sarà chiamata ad eleggere quattro vicepresidenti, tre questori e otto segretari di presidenza. Il Senato si riunirà mercoledì 28 marzo alle 15 per l’elezione dei componenti del Consiglio di presidenza, composto da quattro vicepresidenti, tre questori ed otto segretari. L’elezione degli uffici di presidenza delle due Camere avviene per schede, è segreta come quella dei presidenti e si svolge con il meccanismo del cosiddetto ‘voto limitato‘, volto a tutelare le opposizioni: ciascun parlamentare può votare per un numero di candidati inferiore a quelli da eleggere.

LE CONSULTAZIONI – Una volta eletti i presidenti e i presidenti dei gruppi parlamentari di Camera e Senato, da martedì 27 marzo il presidente della Repubblica avrà a disposizione tutti gli interlocutori previsti per avviare le consultazioni per la formazione del nuovo governo, il primo della legislatura. Le consultazioni, che a questo punto potrebbero partire subito dopo Pasqua, vengono di norma aperte dai presidenti delle Camere. Dopo Elisabetta Alberti Casellati e Roberto Fico nello Studio alla Vetrata sarà ricevuto il presidente emerito della Repubblica Giorgio Napolitano e quindi i capigruppo dei due rami del Parlamento.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

M5s vota la turbo-berlusconiana Casellati al Senato. Di Maio e gli altri tra fughe e distinguo: “Non è patto col diavolo”

next
Articolo Successivo

Governo, Romani: “Oggi intravista geometria politica che porta ad accordo tra parte consistente del centrodestra e M5s”

next