Un militante di CasaPound è stato aggredito a Livorno mentre stava tentando di riattaccare un manifesto strappato in via Garibaldi. L’uomo è un militare del 185° Reggimento Acquisizione Obiettivi dell’Esercito e, secondo quanto fa sapere CasaPound, è stato assalito da quattro persone che, cappucci alzati e bastoni alla mano, prima lo hanno picchiato e poi hanno sfondato i finestrini della sua auto, al cui interno era presente la compagna incinta, rimasta illesa anche se sotto choc. L’esponente del movimento di estrema destra è stato trasportato al pronto soccorso in codice rosso. Per le lesioni subite rischia di perdere un occhio. La polizia è al lavoro per analizzare i filmati di alcune videocamere di sorveglianza nella zona.

video di Angela Gennaro

Intanto, sulla pagina Facebook del movimento, il segretario nazionale Simone Di Stefano parla di “caccia all’uomo” e scrive: “È incredibile quello che sta accadendo in Italia. Mentre le più alte cariche dello Stato vanno manifestando e lanciano allarmi sul sedicente pericolo fascista, gli antifascisti lanciano cacce all’uomo, rivendicano con orgoglio brutali pestaggi, aggrediscono e insultano le forze dell’ordine nella totale impunità. Al nostro militante gravemente ferito, va la più totale solidarietà e vicinanza del movimento”. Poi il leader di CasaPound attacca il ministro dell’Interno Marco Minniti che “non ha speso una parola sulle minacce di chi ha promesso di mettere a ferro e fuoco Roma per impedirci di parlare al Pantheon”.

 

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Torino, indagata per oltraggio e istigazione a delinquere la maestra che insultò agenti durante corteo antifascista

next
Articolo Successivo

Latina, carabiniere fu sottoposto a visita e dichiarato idoneo. L’avvocato della moglie: “Era consapevole dei rischi”

next