Tempo di Libri non si smentisce e continua a dedicare ampio spazio al digitale. La seconda edizione della Fiera internazionale dell’editoria, che si terrà a fieramilanocity dall’8 al 12 marzo, riserverà la giornata di lunedì al mondo digitale. Per completezza di informazione gli altri temi di Tdl18 saranno: donne, ribellione, Milano, libri e immagine. Ma il digitale non è relegato solo a lunedì 12, anche durante gli altri giorni ci saranno eventi centrati sull’e-book, ad esempio venerdì 9 saranno comunicati i dati raccolti dall’Istat sulle biblioteche. Si ragionerà sul pubblico che le frequenta sui cambiamenti, infatti, proprio le biblioteche sono un ottimo punto di osservazione dei nuovi comportamenti del lettore.

Giovedì 8, il giorno dedicato alle donne, si terrà un incontro sulle nuove professioni nel campo dell’innovazione con personaggi di spicco dell’editoria digitale, giovani donne che hanno scelto di diventare games disegner o di lavorare nel campo delle tecnologie. E gli incontri affronteranno anche un argomento che sembrerebbe fare a pugni con il digitale: le librerie. Così potrete scoprire la nuova generazione di libraie e librai più a loro agio con le nuove tecnologie e quindi più disponibili a seguire il lettore nella terra del digitale. E si farà il punto sulle “Copertine da banco e da pixel” perché ormai gli editori si devono confrontare anche con gli store online e le cover devono catturare l’attenzione anche dagli scaffali virtuali.

I visitatori avranno a loro disposizione un’area dedicata, ben visibile e riconoscibile, dove potranno conoscere i cambiamenti in atto nel settore editoriale: non solo il passaggio dal tradizionale libro cartaceo all’e-book, ma anche tutti gli altri nuovi servizi e prodotti che gli editori hanno realizzato nel campo del digitale. Il futuro dell’editoria deve fare i conti con nuovi format editoriali, nuovi strumenti di lettura e ascolto, intelligenza artificiale, stampa 3D e realtà aumentata. Al Digital Cafe ci saranno eventi studiati per avvicinare il pubblico al mondo dell’editoria in modo divertente, emozionante e non tradizionale, mentre al Digital Lab si terranno incontri su temi di attualità quale, ad esempio, come smascherare le fake news.

In collaborazione con la Fondazione Lia, anche quest’anno si svolgerà “I libri di tutti” dedicato all’accessibilità: in uno spazio saranno presentate le varie soluzioni di lettura – dal braille al digitale – e saranno organizzati reading al buio per le scuole e per il pubblico adulto. Ovviamente è impossibile illustrare in un post tutti gli eventi dedicati al mondo dell’innovazione, anche perché il programma è un work in progress e gli organizzatori stanno aggiungendo altre iniziative. Per questo è consigliabile consultare il sito della manifestazione che viene continuamente aggiornato.

E magari anche quelli che continuano a osteggiare gli e-book, dopo aver visitato lo spazio, partecipato a qualche evento al digital Cafe o al digital Lab si convinceranno che digitale e cartaceo possono convivere serenamente facendo solo del bene ai lettori e alla diffusione della cultura.