“Non ci può essere silenzio in campagna elettorale; vedo troppo silenzio su questi temi. Le mafie sono in grado di condizionare il voto”. A rilanciare il pericolo mafie è stato il ministro dell’Interno, Marco Minniti, durante la presentazione della relazione conclusiva della commissione Antimafia. “Dire che le mafie sono una minaccia alla democrazia non sembri irrituale alla vigilia di una competizione elettorale, è cogente nel momento in cui c’è il rischio che le mafie possono condizionale il voto libero, e minacciare la cosa più importante in una democrazia”, ha continuato. E ancora: “Comprendiamo che le mafie possano condizionare il voto libero degli italiani. Per questo che su questi temi non ci può essere silenzio”.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Torino, la Corte dei Conti approva piano su rientro debito della giunta M5s: “Ambizioso. Ma giusta strada del rigore”

next
Articolo Successivo

Napoli, Bindi: “Parole di De Luca? Nessuno può intimidire la libera stampa, pilastro della vita democratica”

next