Gli abiti dell’Ariston

Michelle aveva cominciato bene con un nero lungo, scollato, che valorizzava la sua invidiabilissima forma. Poi non ne azzeccato quasi uno. Tra i più brutti i bicolor bianco/nero, quello con l’enorme strascico fucsia e quello fatto a fiore (in gara con quello indimenticato della Clerici nel 2010). E dire che, con quel fisico,  per vestire lei ci vuole poco.

Baglioni si è cambiato più frequentemente di una valletta: lo smoking bianco ha fatto rimpiangere quello glitterato. No comment l’abito con il bolerino. Favino ha provato a darsi un tono con qualche mise scapricciata, ma non è roba per lui. L’aria rassicurante gli dona di più. Premio della critica a Virginia Raffaele in lungo nero scollato sulla schiena: da urlo.