“Nel calcio l’amore finisce molto in fretta, soprattutto per l’allenatore che è sempre il capro espiatorio. A me non dispiaceva Sinisa però c’era bisogno di una novità, adesso speriamo che Mazzarri cambiando anche modulo possa portare questa squadra dove merita di essere” ma anche “Secondo me avrebbero dovuto lasciare Sinisa fino alla fine del campionato, così vogliono solo sciacquar gli occhi ai tifosi per non fare acquisti a gennaio”. Queste alcune delle voci raccolte nella “roccaforte” della tifoseria granata, la zona intorno allo stadio Filadelfia, dove chiunque, dal barman al farmacista tifa Toro da generazioni.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te

In questi tempi difficili e straordinari, è fondamentale garantire un'informazione di qualità. Per noi de ilfattoquotidiano.it gli unici padroni sono i lettori. A differenza di altri, vogliamo offrire un giornalismo aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per permetterci di farlo. Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Calciomercato, Spalletti: “Chi piange non vince mai. Per migliorare bisogna prendere giocatori più forti”

next
Articolo Successivo

L’Inter spera in Edoardo Vergani, giovane promessa e bomber silenzioso

next