Renzi alla Leopolda?A differenza di Berlusconi, che si trasforma continuamente, lui è sempre lo stesso: monodimensionale, dice sempre le identiche cose, non riesce mai a svoltare”. Sono le parole del direttore de Il Fatto Quotidiano, Marco Travaglio, ospite di Dimartedì (La7). “E’ chiaro che Renzi alla Leopolda giocasse in casa” – continua – “Gli piace vincere facile. Ovviamente ai suoi fan può raccontare che ci saranno altri 80 euro e che questi faranno miracoli, come non hanno fatto i precedenti 80 euro. Il problema di Renzi è fuori. Lì si avventura poco e, quando lo fa, passandoci ogni tanto col treno del Pd, prende più fischi che altro“. E aggiunge: “Anche alle elezioni sono due anni che prende scoppole. Non deve convincere i fan, ma gli altri. I fan della Leopolda saranno sempre super-renziani e, quando lui gli racconta che il problema dell’Italia è dato dalle fake news dei social network, quelli applaudono, perché credono a qualsiasi cosa, anche alla fake news sulle fake news”. Travaglio si pronuncia anche sull’ultima ospitata televisiva di Silvio Berlusconi a Che tempo che fa: “Mi sembra sempre più imbalsamato e continua ad avere la fortuna di incontrare intervistatori che non gli fanno domande. Berlusconi dice che è il presente? De gustibus. Se vogliamo davvero pensare questo, facciamo una brutta figura guardandoci allo specchio e soprattutto a farci guardare all’estero. Persino Mugabe, a un certo punto, se n’è dovuto andare. Adesso Berlusconi, da trasformista, recita la parte del nonnino buono, però poi a un certo punto l’occhio del Caimano che affiora a pelo d’acqua ci ricorda di cosa è stato capace questo signore. Speriamo che molti lo notino”

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili

PADRINI FONDATORI

di Marco Lillo e Marco Travaglio 15€ Acquista
Articolo Precedente

Fake News, Fico (M5s): “Pd ci attacca perché è indietro nell’uso del web e dei social rispetto a noi”

next
Articolo Successivo

Michele Emiliano, il don Chisciotte della Puglia. Ilva, Xylella, trivelle e Tap: tutti i suoi mulini a vento

next