Sono tre toghe storiche della procura di Milano che hanno condotto importanti inchieste nel corso degli anni. Fabio De Pasquale, Alessandra Dolci e Tiziana Siciliano ed Eugenio Fusco salgono di grado: il Csm li ha nominati procuratori aggiunti. De Pasquale ha coordinato l’inchiesta sul caso dei diritti tv Mediaset che portò alla condanna di Silvio Berlusconi. Ma è stato anche il pm dei processi Mills e sul caso Eni-Nigeria e in passato giudice in importanti dibattimenti, come quello a carico di Salvatore Ligresti. Il pm lavora nella cittadella giudiziaria milanese da 26 anni come sostituto ed attualmente capo del Dipartimento sui reati economico-finanziari.

Tiziana Siciliano, attualmente coordinatore del pool Ambiente, salute e lavoro, ha sostenuto l’accusa nel processo ai medici della Chirurgia toracica della clinica Santa Rita di Milano, coordina l’inchiesta sul processo Ruby ter e, tra gli altri procedimenti, ha condotto l’indagine sulla morte di Dj Fabo. Alessandra Dolci ha sempre seguito procedimenti in materia di criminalità organizzata. Le nomine di De Pasquale e Dolci sono passate con 18 voti; quella di Siciliano all’unanimità. Nel corso della seduta pomeridiana il plenum del Csm ha nominato il quarto procuratore aggiunto, Eugenio Fusco, votato a maggioranza con 21 preferenze. Il magistrato è stato pm nei processi Parmalat, Antonveneta e Finmeccanica.