Si chiama Arvida Bystrom la fotografa svedese scelta da Adidas come testimonial per la campagna Superstar. Nello spot ragazza la ragazza si presenta con un vestito e un paio di sneakers, mostrando le gambe non depilate. Una scelta, quella di toccare le gambe, ascelle e braccia, che l’artista svedese ha sempre rivendicato facendone uno strumento per rompere e rovesciare i classici canoni di bellezza, e per combattere gli stereotipi di genere . Sotto il video, pubblicato sul canale ufficiale dell’azienda, sono comparse moltissime critiche e insulti alla giovane, ma anche complimenti: “Affascinante e coraggiosa, brava!”.

 

 

Che c'è di Bello - Una guida sulle esperienze più interessanti, i trend da seguire e gli eventi da non perdere.

ISCRIVITI

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Capitalismo e merce, dividere per comandare meglio

next
Articolo Successivo

‘È depressa’, invece ha il cancro. Quando è il medico ad aver bisogno di aiuto

next