“Nessuno può pensare di eludere il contratto di lavoro giornalistico né immaginare di realizzare prodotti editoriali senza l’apporto di giornalisti regolarmente contrattualizzati. Tanto più se è un parlamentare della Repubblica Italiana”. Nel mirino della Federazione nazionale della stampa italiana (Fnsi) e dell’Associazione Lombarda dei Giornalisti c’è la deputata di FI Daniela Santanché. Che durante l’estate ha messo in liquidazione Visibilia Magazine e avviato la procedura di licenziamento per i giornalisti. Ma, denuncia il sindacato, “le sue riviste Visto e Novella 2000 continuano a uscire, realizzate da service esterni in violazione delle norme di legge e di contratto”.

“E, negli intenti dell’azienda – prosegue la nota -, dovrebbero continuare a uscire in futuro senza i giornalisti dipendenti, nei confronti dei quali è stata aperta la procedura di licenziamento collettivo e dopo aver unilateralmente dichiarato la chiusura della Cassa integrazione in essere”.  La Giunta della Federazione Nazionale della Stampa Italiana e la Consulta delle Associazioni Regionali di Stampa, riunite a Roma, “sono costantemente vicine ai colleghi dei settimanali Visto e Novella 2000 e si oppongono con forza alla strategia che Visibilia ha messo in atto”.

Il sindacato dei giornalisti italiani “chiede all’editore chiarezza nella gestione di questa partita e il rispetto delle regole. Diffida il liquidatore di Visibilia Magazine dall’eludere il contratto giornalistico e le norme generali sul lavoro e sugli ammortizzatori sociali, ora e nel caso di eventuali e già ventilate ipotesi di cessione dell’azienda o delle testate”. La Fnsi, insieme all’Associazione Lombarda dei Giornalisti, “vigilerà e agirà in tutte le sedi a difesa degli interessi dei colleghi di Visto e Novella 2000”.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili

Il Fatto Personale

di Antonio Padellaro 12€ Acquista
Articolo Precedente

Piazzapulita, Formigli: “Preoccupato dal clima d’odio. Noi contro le bufale dei politici”. “Gabanelli? Venga a La7”

next
Articolo Successivo

Fake news, quanto vale il business? “Fino a 1000 euro al giorno”. Paragone: “Bufale si diffondono dove c’è sfiducia nei media”

next