I messaggi più imbarazzanti, sgrammaticati e inviati per errore nelle conversazioni su WhatsApp potranno essere finalmente cancellati, non solo dalle nostre schermate ma anche da quelle del destinatario, se ovviamente non sono state già lette.

A dare conferma della nuova funzionalità “delete for everyone” è un tweet di WAbetaInfo che comunica l’esito positivo dopo alcuni test effettuati su dispositivi iOs e Android.

Cancellare quel messaggio appena inviato, per errore, è il sogno di molti. Voluto o non voluto, scritto sotto effetto di alcolici o in preda a una piena crisi di panico, fino ad oggi era impossibile impedirne la ricezione con una cancellazione immediata. E sono drammi, soprattutto, quando il destinatario è il vostro capo, professore o peggio ex. Il finale apocalittico è proprio dietro l’angolo.

Ma il sogno di poter eliminare il messaggio ancora prima di pentirsene sta per diventare realtà. Nel particolare, le informazioni relative allo stato di sperimentazione di WhatsApp Beta per iOs e Android sta portando i suoi frutti.

Il team di Zuckerberg sta lavorando sull’ottimizzazione, proprio di questa funzione, e gli esiti sono più che positivi.

Modifica nel codice che è stata confermata da una versione beta, rilasciata ad inizio del mese di agosto per i sistemi di Windows Phone, dove è apparsa la tanto agognata opzione ‘Cancella per tutti’, lasciando credere che, con il nuovo aggiornamento dell’app di messaggistica, ci sarebbe stata l’implementazione per la versione stabile di WhatsApp e di conseguenza per tutti gli altri dispositivi. Ma pare che bisognerà attendere ancora qualche mese poter essere accessibile a tutti.

Ma niente di nuovo, in realtà non è la prima app di messaggistica ad essere implementata così: la stessa opzione è stata già sperimentata e usata su Viber e Telegram, rappresentando una piccola svolta nelle conversazioni più disperate.

Non resta, dunque, agli utenti di WhatsApp di aspettare l’arrivo di questa nuova opzione e continuare a considerare il buonsenso come tra le più facili opzioni da utilizzare per evitare situazioni spiacevoli o drammi sentimentali.

 

 

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Wifi, connessione gratuita in 6mila spazi pubblici di tutta Europa con i fondi Ue

next
Articolo Successivo

Neet, dalla Sicilia la ‘Rete Ribelle’ farà alzare i giovani dal divano

next