Collinaia, frazione di Livorno. Questa è una delle aree più colpite dal violento nubifragio che si è abbattuto sulla città toscana nella notte tra sabato 9 e domenica 10 settembre. Un elicottero sorvola la zona, qui sono crollati gli argini del Rio Maggiore, uno dei principali corsi d’acqua che attraversano l’area livornese e in molti sono stati costretti ad abbandonare temporaneamente le proprie abitazioni a causa degli allegamenti. Alcune famiglie sono state evacuate in seguito a una fuga di gas provocata dalla rottura di un tubo durante l’alluvione.

Oggi in Edicola - Ricevi ogni mattina alle 7.00 le notizie e gli approfondimenti del giorno. Solo per gli abbonati.

ISCRIVITI

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Calabria, archeologa ostracizzata dal soprintendente. Che ha fatto finire indagato

next
Articolo Successivo

Alluvione Livorno, il sindaco Nogarin: “La responsabilità è di chi doveva pulire i canali”. Scontro con la Regione sull’allerta

next