A Colonia è la settimana del Gamescom, la più importante fiera europea dedicata al mercato videoludico, e Microsoft ha colto l’occasione per presentare al pubblico alcune novità e alcuni aggiornamenti relativi ai suoi progetti in cantiere.

Xbox One X Project Scorpio Edition

Project Scorpio è stato il nome temporaneo dato da Microsoft alla sua futura console durante la fase di sviluppo, accantonato in favore di Xbox One X al momento dell’annuncio ufficiale durante l’E3 di quest’anno, con grande delusione di una nutrita schiera di fan. Nella serata di domenica la casa di Redmond ha annunciato la Xbox One X Project Scorpio Edition, un’edizione limitata della nuova console caratterizzata da una particolare colorazione che sfuma dal nero al grigio e dalla scritta verde (simile a quello utilizzato sulla prima Xbox) “Project Scorpio” sul fronte della console stessa e sul controller. L’edizione limitata è già disponibile al pre-ordine sul sito ufficiale di Xbox al prezzo di 499€.

Xbox Design Lab sbarca in 20 nuovi paesi europei tra cui l’Italia

Xbox Design lab è il servizio di Microsoft che permette ai clienti di creare ed ordinare un controller Xbox customizzato secondo i propri gusti, dando la possibilità di scegliere il colore dei vari componenti, il materiale utilizzato per alcuni pulsanti (plastica o metallo) e sull’eventuale retro gommato. Design Lab sarà disponibile in Italia a partire dal 22 Agosto, il prezzo dei controller varierà in base alle scelte fatte partendo da una base di 79,99€.

Xbox One S Minecraft Limited Edition

Per tutti gli amanti di Minecraft, il celebre gioco sandbox creato da Markus Persson, la casa di Redmond ha creato un’edizione speciale della Xbox One S che vede la parte frontale e superiore richiamarsi al design del mattoncino d’erba, mentre il retro si rifà ad un blocco di “pietra rossa“. La console viene venduta a 400,99€ in bundle con Minecraft+Redstone Pack e l’esclusivo controller “Creeper“.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Diventa Sostenitore
Articolo Precedente

Cybersecurity, in caso di attacco non seguite l’esempio del ministero della Difesa

prev
Articolo Successivo

Age of Empires, la Microsoft annuncia un nuovo seguito del gioco

next