“Serve una reductio ad unum dei formati negoziali in Libia, l’Onu deve prendere la leadership. Fino ad oggi ci sono stati troppi negoziati, troppi negoziatori e zero risultati finali”. Così il ministro degli Esteri Angelino Alfano, in conferenza stampa congiunta con l’inviato speciale dell’Onu, Ghassan Salamé alla Farnesina. “L’instabilià politica in Libia non è partita di serie B, è una priorità assoluta”, ha sottolineato il ministro.

Sostieni ilfattoquotidiano.it ABBIAMO DAVVERO BISOGNO
DEL TUO AIUTO.

Per noi gli unici padroni sono i lettori.
Ma chi ci segue deve contribuire perché noi, come tutti, non lavoriamo gratis. Diventa anche tu Sostenitore. CLICCA QUI
Grazie Peter Gomez

Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Marcinelle, Mattarella: “Ricordare italiani morti in Belgio e pensare a migranti che cercano opportunità”. Salvini: “Vergogna”

next
Articolo Successivo

Migranti, Luigi Di Maio: “L’Italia vive un’emergenza epocale e i ministri del nostro governo litigano”

next