“Non c’è fine a questo problema: abbiamo cominciato in Sicilia e ora siamo nel Lazio. Fratelli d’Italia non vuole più parlare di dove devono attraccare le navi che portano i migranti, ma vogliamo parlare di come facciamo a bloccare, insieme all’Europa, le partenze dai porti africani. Vogliamo aprire dei centri di smistamento in Africa e vogliamo che i migranti vengano distribuiti nei 27 Paesi Ue”. Così la presidente di Fdi Giorgia Meloni al porto di Civitavecchia dove il sindaco M5S si è opposto alla costruzione di un hotspot. “Siamo qui per portare solidarietà ai cittadini di Civitavecchia”, ha aggiunto. Meloni ha quindi mostrato – in diretta streaming su Facebook – il furgone che girerà l’Italia per fare propaganda contro lo ius soli e raccogliere le firme per indire un referendum abrogativo contro la legge qualora venga approvata.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Ue, Salvini: “Stare in Europa sì, ma da pari a pari. Riscriveremo tutti i trattati”

prev
Articolo Successivo

Povertà, l’Italia è allo sbando ma il governo gongola

next