Un’enorme macchia solare, con un estensione di 120mila chilometri, è apparsa sulla superficie del Sole ed entro tre giorni ‘raggiungerà’ il nostro pianeta. La macchia extralarge è stata ribattezzata ‘AR2665’ ed è visibile dal pianeta Terra anche tramite dei telescopi amatoriali. Per il momento si trova vicino al bordo del disco del Sole, ”ma tra circa un paio di giorni arriverà al centro del disco e ‘punterà’ verso la Terra e a quel punto potremmo aspettarci fenomeni in grado di provocare tempeste magnetiche sul nostro pianeta” ha detto all’Ansa Mauro Messerotti, dell’Osservatorio di Trieste dell’Istituto Nazionale di Astrofisica (Inaf), consigliere per lo spaceweather della direzione scientifica dell’Inaf, e dell’università di Trieste.”È una tipica macchia di fine ciclo del Sole: è molto complessa dal punto di vista magnetico – ha aggiunto l’esperto – e si è formata a una bassa latitudine, perché quando la nostra stella si avvicina alla fase di attività minima le macchie tendono a formarsi verso l’equatore”. Nel filmato, girato dal ‘Nasa’s Solar Dynamics Observatory‘, la macchia solare è messa a confronto con un pallino blu, che rappresenta approssimativamente la dimensione del pianeta Terra.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te

In questi tempi difficili e straordinari, è fondamentale garantire un'informazione di qualità. Per noi de ilfattoquotidiano.it gli unici padroni sono i lettori. A differenza di altri, vogliamo offrire un giornalismo aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per permetterci di farlo. Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Cuore umano in miniatura grazie a quello di un topo. “Potrebbe rivoluzionare i trapianti umani”

next
Articolo Successivo

Sciame di particelle scagliato dal Sole verso la Terra, possibile tempesta magnetica

next