Titanic (1997)

È stato il primo film a raggiungere il miliardo di dollari di incassi; ha ricevuto 14 nomination agli Oscar (record con Eva contro Eva e La La Land), vincendo ben 11 statuette. È stato proiettato per 41 settimane di fila nelle sale e, a distanza di vent’anni, c’è ancora chi obietta che su quella porta ci sarebbe stato spazio per entrambi, se solo Rose si fosse fatta un po’ più in là. Ma record e discussioni a parte, Titanic fa pensare soprattutto alla scena in cui Jack e Rose si baciano per la prima volta, sulla prua della nave, dopo che lei recita la famosa battuta “Jack, sto volando!”. E quel tramonto sullo sfondo? Tutto finto, naturalmente: un dipinto in origine, poi uno sfondo digitalizzato nella versione 3D del 2012.

INDIETRO

Giornata mondiale del bacio 2017, quali sono i più belli del cinema? Eccone otto, da Spiderman all’appassionato Ryan Gosling

AVANTI
close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L'abbiamo deciso perchè siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un'informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Diventa Sostenitore
Articolo Precedente

Cinema Ritrovato 2017, il genio di Ferreri l’omosessualità latente di Cary Grant e i film verità di Med Hondo

next
Articolo Successivo

Spider-Man: Homecoming, l’Uomo Ragno torna fanciullo: tutto ciuccio e ragnatela

next