Le pagine della nostra vita (2004)

L’abbiamo capito: i registi hollywoodiani hanno un certo fetish per la pioggia nelle scene più romantiche e appassionate. È il caso dell’appassionato bacio tra Ryan Gosling e Rachel McAdams ne Le pagine della nostra vita. Il film ripercorre la storia d’amore tra Noah e Allie, ragazzi di classi sociali diverse (una differenza insormontabile per l’America degli anni ‘40, ambientazione della pellicola). Durante una gita in barca, provvidenzialmente scoppia un temporale estivo (ma lei dopo un primo momento ride, forse perché capisce che la prospettiva di un raffreddore è sopportabile se in cambio ottieni Ryan Gosling con maglietta bagnata). Scendono dalla barca, litigano perché lei è convinta che lui l’abbia snobbata per anni. Invece no, scopre che lui le ha scritto una lettera ogni giorno per un anno, ma lei non le ha mai ricevute. Praticamente la versione anni ‘40 di “ti ho scritto su Whatsapp, ma non mi funzionava il 3G”. Tempo dieci secondi e scoppia la passione. È una scena prevedibile e un po’ cliché, ma la chimica tra i due attori la rende memorabile. In effetti dopo l’uscita del film Gosling e McAdams sono anche usciti insieme, ma durante le riprese si detestavano al punto che Gosling arrivò a chiedere un’altra attrice al posto della McAdams, perché non la sopportava più.

INDIETRO

Giornata mondiale del bacio 2017, quali sono i più belli del cinema? Eccone otto, da Spiderman all’appassionato Ryan Gosling

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Cinema Ritrovato 2017, il genio di Ferreri l’omosessualità latente di Cary Grant e i film verità di Med Hondo

next
Articolo Successivo

Spider-Man: Homecoming, l’Uomo Ragno torna fanciullo: tutto ciuccio e ragnatela

next