Carletto Ancelotti, già a fine aprile, si è messo in tasca la Bundesliga. Ma per i festeggiamenti l’allenatore del Bayern Monaco ha dovuto aspettare la fine del campionato tedesco. Un’attesa ripagata dal piacere di farsi ascoltare in una perdibile interpretazione dei ‘Migliori anni della nostra vita’ di Renato Zero. Al termine un sobrio “danke!”, in perfetto stile Ancelotti

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Giro d’Italia 2017: Dumoulin come Pantani, in rosa vince a Oropa

next
Articolo Successivo

Si schianta a 370 km/h. L’incidente di Bourdais alla qualificazione per la 500 miglia di Indianapolis

next