A riferire a Ferruccio de Bortoli dell’intervento di Maria Elena Boschi su Unicredit per un salvataggio in extremis di Banca Etruria non può che essere stato lo stesso ex amministratore delegato dell’Istituto milanese, Federico Ghizzoni, che ora “deve dire l’altra metà della verità”. L’ex direttore del Corriere della Sera, Paolo Mieli, ha pochi dubbi in merito: “Sussurrare la vicenda all’orecchio di un giornalista due anni dopo non mi sembra un atto tra i più coraggiosi”, sottolinea a ilfattoquotidiano.it a margine della presentazione milanese del libro di de Bortoli ‘Poteri forti (o quasi)‘, spiegando che “nessun giornalista del Corriere avrebbe mai scritto una cosa del genere se non fosse arrivata dai diretti interessati o quasi”. Quindi escludendo che sia stata l’ex ministra, non resta che il banchiere “o una persona di alto livello che abbia riportato il fatto a de Bortoli su confidenza di Ghizzoni stesso”. Ma questo Ghizzoni non viene tirato in mezzo un po’ troppo spesso? “Ha scelto lui di farsi tirare in mezzo, se la caverà anche questa volta”

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Diventa Sostenitore
Articolo Precedente

Boschi, il direttore del Corriere Fontana: “Qualcuno non dice le cose come stanno. Ma de Bortoli lo conosco…”

prev
Articolo Successivo

Alessandra Mussolini: “Cambiare il mio cognome? Col cazzo. Ne sono orgogliosa, l’ho dato anche ai miei 3 figli”

next