Niente domande “concesse” ai cronisti, soltanto una replica di quanto già detto con un post su Facebook, comprese le minacce di ricorrere alle vie legali. Da Palazzo Chigi Maria Elena Boschi taglia corto sul caso Etruria, dopo che l’ex direttore del Corriere della Sera Ferruccio De Bortoli ha scritto nel suo libro come l’allora ministro delle Riforme chiese all’ad di Unicredit, Federico Ghizzoni, di intervenire a sostegno della banca Popolare dell’Etruria. “Quello che dovevo dire per quanto riguarda la vicenda dell’anticipazione del libro del dottor De Bortoli l’ho già detto ieri pubblicamente. Su questa vicenda sono gia intervenuta in Parlamento nel 2015 e confermo quanto ho detto in quella sede. Credo che, sinceramente, la misura sia colma”, ha tagliato corto Boschi, aprendo la conferenza stampa “Italiasicura”. Boschi non ha però chiarito se intende querelare anche De Bortoli, dopo gli attacchi già rivolti ieri al M5S. Per poi andare via senza permettere che le venissero rivolte domande dai cronisti.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Diventa Sostenitore
Articolo Precedente

Toc Toc

prev
Articolo Successivo

Etruria, Rosato (Pd) si autointervista: “Caso Boschi? Unicredit ha smentito, è una bufala del Movimento 5 stelle”

next