Sono arrivate le prime immagini scattate dalla sonda Cassini durante il primo step della parte finale della missione: sono le foto più ravvicinate di Saturno mai ottenute dell’atmosfera del pianeta. Nelle immagini mozzafiato si vedono in primo piano nubi e un vortice nell’atmosfera. La Nasa ha diffuso le immagini ancora non elaborate a circa 24 ore dal primo dei 22 tuffi negli anelli più interni e nello spazio che li separa dal pianeta che la sonda farà nei prossimi 4 mesi. Come mostrano queste fotografie saranno dati e immagini mai visti, quelli che la sonda nata dalla collaborazione fra Nasa, Agenzia Spaziale Europea (Esa) e Agenzia Spaziale Italiana (Asi) catturerà nella fase finale della sua missione, che si chiuderà il 15 settembre con la discesa nell’atmosfera di Saturno.

La missione Cassini ha iniziato la sua ultima esplorazione, avventurandosi dove mai prima d’ora si era spinta una missione robotica: tra gli anelli di ghiaccio e polveri di Saturno. Un inizio celebrato nei giorni scorsi anche da Google con un doodle animato. Questa navicella spaziale, che porta il nome dell’astronomo Gian Domenico Cassini – il primo a scoprire la divisione negli anelli di Saturno, e quattro delle oltre 60 lune che gli orbitano intorno come un mini Sistema solare -, da 13 anni ci racconta i segreti di questo mondo lontano. E molte sorprese potrebbe riservarle proprio nei cinque mesi che lo separano da quello che la Nasa ha battezzato il suo “grand finale”.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Vaccini, Oms. “Aumentando l’utilizzo si risparmierebbero 1,5 milioni di morti in tutto il mondo”

next
Articolo Successivo

Hpv, lo scienziato Nobel per la scoperta del legame virus-cancro: “Chi non si vaccina è fattore di rischio per il partner”

next