Vaccini e disinformazione: è il tema del panel moderato da Riccardo Iacona, giornalista di Presadiretta, al Festival del giornalismo di Perugia. Ospiti Roberto Burioni dell’Università Vita-Salute San Raffaele di Milano e Andrea Grignolio della Sapienza di Roma. “Non mi metto a discutere con qualcuno che sostiene che due più due fa cinque. Non penso che ci si possa confrontare con chi dice bugie“, dice Burioni. “Tutto questo diritto di opinione non è così fondamentale quando uno non sa niente di quello di cui sta parlando. L’altra campana non c’è: c’è solo quella della scienza, nel caso dei vaccini”. Nel corso dell’incontro è stato ricordato che nel 2015 l’Italia è stata richiamata dall’Organizzazione Mondiale della Sanità per il calo dei tassi vaccinali. “Il giornalismo di precisione deve raccontare i risultati della scienza”, commenta Iacona, “e diradare la nebbia sulle false informazioni che nel tempo si sono formate. E poi è necessario armonizzare i sistemi sanitari regionali: la sanità è in crisi”

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Alatri, presunti killer di Emanuele come il ‘Freddo’ e il ‘Libanese’: “Fiction diventa mito perché mancano esempi più alti”

next
Articolo Successivo

Moby Prince, la commissione d’inchiesta: “I timoni erano girati: il traghetto voleva evitare ostacolo prima dell’impatto”

next