Il gip di Napoli Pietro Carola ha rigettato la richiesta di giudizio immediato per Sergio Di Paolo, ex fidanzato di Tiziana Cantone, la ragazza morta suicida a settembre nel Napoletano dopo che diversi suoi video erano stati diffusi in rete. A Di Paolo la procura contesta il reato di calunnia, in concorso con la stessa Tiziana Cantone, per aver fatto il nome di cinque persone secondo lui responsabili della diffusione dei video, per gli inquirenti estranee alla vicenda.

L’ex fidanzato della ragazza è anche accusato di accesso abusivo a dati informatici: avrebbe chiesto a un consulente di accedere ai dati del telefono di Tiziana per cancellarne una parte. Tutte circostanze su cui, per il difensore di Di Paolo, l’avvocato Bruno Larosa, manca l’evidenza della prova, necessaria per richiedere il rito immediato. “Dopo aver appreso della richiesta del pm per il rito immediato, ho consegnato al gip una memoria difensiva. Il giudice ha rigettato la richiesta, dandoci ragione”, spiega il legale. Che ora conta di poter presentare nuovi elementi in difesa del suo assistito, appena sarà notificata la chiusura delle indagine.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Caserta, trascorrevano la giornata nei centri scommesse: arrestati due dipendenti del museo

next
Articolo Successivo

Syria, March 15

next