1961 – Benzina e cerini – Giorgio Gaber

Fresco dal successo de La ballata del Cerutti e Non arrossire, Gaber ancora 22enne partecipa per la prima volta a Sanremo con Benzina e Cerini, musica di Enzo Jannacci e testo di Umberto Simonetta. Non è ancora l’epoca del Signor G e del “teatro canzone”, ma la destrutturazione di senso e i prodromi dei versi che si fanno racconto ci sono tutti attorno ad un ragazzo innamorato continuamente vessato dall’amata che ama vederlo… bruciare. “Il mio destino è di morire bruciato, la mia ragazza deve averlo proprio giurato: ha inventato un nuovo gioco mi cosparge di benzina e mi dà fuoco”. Gaber outsider totale, sempre e comunque. Figuriamoci a Sanremo.

Sanremo 2017, ve li ricordate i Figli di Bubba? Ed Ennio Sangiusto? Sono due delle esibizioni più folli, assurde e dimenticate del Festival. Eccone dieci

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Diventa Sostenitore
Articolo Precedente

Sanremo 2017, niente Pornhub quando all’Ariston canta Tiziano Ferro (ma anche Al Bano)

prev
Articolo Successivo

Sanremo 2017 è il festival di Maria De Filippi, va bene. Ma ecco perché Carlo Conti può ghignare, festeggiare, mettersi a ballare

next