Decine di donne in topless sono scese in piazza a Buenos Aires,  Mar del Plata e Rosario per rivendicare il diritto a prendere il sole a seno nudo. La protesta, ribattezzata Tetazo, è stata organizzata dopo il caso della spiaggia di Necochea. Qui, alcuni giorni fa, venti agenti sono intervenuti per tre donne in topless, costringendole ad andare via. Le immagini del blitz della polizia, riprese da alcuni bagnanti, hanno fatto il giro del mondo, e spinto alcune donne e associazioni a organizzare il corteo. “La protesta  – ha spiegato una delle manifestanti – non è solo per il topless, ma per la massiccia disuguaglianza tra uomini e donne”.

 

 

Sostieni ilfattoquotidiano.it ABBIAMO BISOGNO
DEL TUO AIUTO.

Per noi gli unici padroni sono i lettori.
Ma chi ci segue deve contribuire, se vuole continuare ad avere un'informazione di qualità. Diventa anche tu Sostenitore. CLICCA QUI
Grazie Peter Gomez

Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

L’alunno usa il cellulare durante la lezione. La punizione del prof è esemplare

next
Articolo Successivo

Trump attacca giudici chiamati a decidere sul suo Muslim Ban: “Corte politicizzata”

next