La Cassazione ha dichiarato “il difetto assoluto di giurisdizione” per quanto riguarda il decreto con il quale il presidente della Repubblica, lo scorso 27 settembre, ha indetto il referendum sulla riforma costituzionale. La Corte condivide quanto già stabilito dal Tar del Lazio che ha ritenuto l’atto di indizione non soggetto a “sindacato giurisdizionale” perché non è un “atto amministrativo”. Il ricorso sul regolamento preventivo di giurisdizione era stato presentato dal Codacons. E’ l’ennesima istanza presentata sul referendum, l’ennesima respinta dalla magistratura a tutti i livelli e da tutti gli ordini: dal Tar del Lazio al tribunale ordinario di Milano, dalla Cassazione alla Corte costituzionale. In tutti i casi i vari ricorrenti (M5s, Sinistra Italiana, Codacons e anche l’ex presidente della Consulta Valerio Onida in cause diverse) hanno sollevato questioni che la magistratura non ha accolto.

Nell’indizione, da parte del presidente della Repubblica, del referendum di revisione costituzionale la Cassazione con un’ordinanza sottolinea che “non si ravvisa alcuno dei profili di incostituzionalità ventilati” dal Codacons “in relazione alla non impugnabilità per questa via del provvedimento che indice il referendum”. La Suprema Corte ha anche aggiunto che non appare neppure “ipotizzabile alcuna lesione dei principi che regolano, nella dimensione del diritto europeo, i principi dell’equo processo e del diritto ad un ricorso effettivo”.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Argentina, schede a terra per giorni. Farnesina: “Andranno lo stesso in Italia”. Renzi: “Col 3% del voto estero vinciamo”

prev
Articolo Successivo

Referendum, Forchielli: “Il mio amico Prodi è per il Sì? Era per il No, avrà avuto un raptus. O ha paura”

next