“Grillo ha detto: “Votate con la pancia”. Perché se votano con il cervello votano Sì anche loro”. Dal palco di Bologna, il presidente del Consiglio Matteo Renzi stuzzica i 5 stelle, e si rivolge direttamente a loro. Il premier sa che è proprio dal capoluogo emiliano che Beppe Grillo è partito, col il V-day del 2007. “Amici 5 stelle, io lo so che non vi sto particolarmente simpatico. Ma se pensate ai vostri valori, alla domanda del referendum risponderete Sì. Questi sono i valori che avete sempre espresso. Non fatevi prendere in giro da chi non vuole che usiate il cervello – conclude il segretario del Pd – Quando un leader vi dice di non votare col cervello, vi tratta come robot”

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Zagrebelsky risponde a Crozza: “Vi spiego cosa significa “munus”? No, non è il nome del mio cane”

next
Articolo Successivo

Referendum, vogliono cambiare la Costituzione ma nessuno la conosce

next