Fidel Alejandro Castro Ruiz nasce a Biran (Cuba) nel 1926, figlio di un ricco agricoltore originario della Galizia spagnola, durante gli studi di giurisprudenza all’Università dell’Avana abbraccia il marxismo, a cui si accoppia una visione antimperialista contro gli Stati Uniti, e l’idea di una lotta anticapitalista e contro la corruzione dei governi conservatori diffusa in tutto il Centro e Sud America. Già nel 1947 partecipa ad una tentata insurrezione contro la giunta militare di Trujillo nella Repubblica Domenicana che poi viene fermata sul nascere. Nel 1948 sposa l’abbiente Mirta Diaz Balart da cui avrà nel 1950 un figlio, Fidelito.

Fidel Castro morto, dai legami con l’URSS agli incontri con i Papi: le tappe fondamentali della vita del líder máximo

AVANTI

Sostieni ilfattoquotidiano.it: il tuo contributo è fondamentale

Il tuo sostegno ci aiuta a garantire la nostra indipendenza e ci permette di continuare a produrre un giornalismo online di qualità e aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per il nostro futuro.
Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Fidel Castro morto, l’entrata trionfale del leader all’Havana dopo la rivoluzione

next
Articolo Successivo

India, la demonetizzazione porta le banche al collasso. Ma il governo sposta l’attenzione su altro

next