Dobbiamo ringraziare lui se non c’è più il Porcellum. E sempre lui se l’Italicum rischierà una dichiarazione di incostituzionalità da parte della Corte. “Una legge elettorale ancora peggio di quella partorita da Roberto Calderoli”. Aldo Bozzi ha 80 anni, fino a poco tempo fa girava in motorino per la sua città, Milano. Ama il papillon e fa ancora l’avvocato. Non si è fermato di fronte alla enorme sproporzione di forze e di mezzi e ha impugnato, assieme a un gruppetto di amici e colleghi, la legge elettorale dimostrando che Davide può battersi contro Golia senza per forza uscirne sconfitto. La sua è la testimonianza di un uomo comune che chiede giustizia: “Siamo cittadini e non sudditi. Per questo difendiamo i nostri diritti”  di Antonello Caporale e Antonietta De Lillo

Sostieni ilfattoquotidiano.it: il tuo contributo è fondamentale

Il tuo sostegno ci aiuta a garantire la nostra indipendenza e ci permette di continuare a produrre un giornalismo online di qualità e aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per il nostro futuro.
Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

De Luca, la ‘battuta’ in stile camorristico e la benevolenza di Renzi

next
Articolo Successivo

Visco: “Dal governo un messaggio di tolleranza verso gli evasori”

next