Dobbiamo ringraziare lui se non c’è più il Porcellum. E sempre lui se l’Italicum rischierà una dichiarazione di incostituzionalità da parte della Corte. “Una legge elettorale ancora peggio di quella partorita da Roberto Calderoli”. Aldo Bozzi ha 80 anni, fino a poco tempo fa girava in motorino per la sua città, Milano. Ama il papillon e fa ancora l’avvocato. Non si è fermato di fronte alla enorme sproporzione di forze e di mezzi e ha impugnato, assieme a un gruppetto di amici e colleghi, la legge elettorale dimostrando che Davide può battersi contro Golia senza per forza uscirne sconfitto. La sua è la testimonianza di un uomo comune che chiede giustizia: “Siamo cittadini e non sudditi. Per questo difendiamo i nostri diritti”  di Antonello Caporale e Antonietta De Lillo

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

De Luca, la ‘battuta’ in stile camorristico e la benevolenza di Renzi

next
Articolo Successivo

Visco: “Dal governo un messaggio di tolleranza verso gli evasori”

next