Scontro vivace a Omnibus (La7) tra il deputato Pd, Gennaro Migliore, e l’economista Mario Seminerio sulla manovra del governo Renzi. Il parlamentare ex Sel ha un primo battibecco con la conduttrice, Alessandra Sardoni, che lo accusa di una eccessiva semplificazione sui moniti dell’Ue. Poi la polemica con Seminerio, che critica aspramente l’operato del governo: “Dieci miliardi del bonus 80 euro, 4 miliardi di abolizione della Tasi sulla prima casa, 18 miliardi in un triennio di decontribuzione sono quello che io chiamo ‘pessima qualità del deficit’. Quei soldi andavano usati per ridurre strutturalmente l’imposizione ‘erga omnes‘”. “Io la chiamo ‘diminuzione delle tasse’” – sbotta Migliore – “è inutile che dice che gli 80 euro sono un bonus“. “Non è affatto una diminuzione delle tasse” – ribatte l’economista – “Poi magari dopo la pubblicità le spiego il motivo“. “Certo, lo spiega, lo spiega” – controbatte il deputato – “lo spieghi a quelli che hanno ricevuto 80 euro in più”. “Glielo spiego, perché mi pare che lei abbia delle lacune formative su come si tratta la spesa pubblica e i conti dello Stato”, risponde Seminerio. “Sì, professore… professore” – commenta, piccato, Migliore – “intanto gli 80 euro in più vanno in tasca delle persone”. Sardoni interrompe la polemica e dà la pubblicità, dopo la quale Seminerio critica dettagliatamente la manovra economica e spiega le ragioni per cui gli 80 euro non sono misure ‘erga omnes’, ma bonus ad personam

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Referendum, Lupi vs Toninelli (M5S): “Dici balle”. “Non mi faccio dare del bugiardo”. E la conduttrice sfuma

next
Articolo Successivo

Frigogate, anche Meloni sfotte Raggi: “Stamane stavo investendo uno di quegli elettrodomestici”

next