A Crozza nel paese delle meraviglie (La7) va in scena un nuovo, attualissimo, personaggio. Un condensato del peggio del popolo della rete. Troll, hater, complottista, incattivito. “La parola Webete, di Mentana in realtà, include in sé tante sfumature, tante categorie umane. Quelli che dietro ogni cosa c’è sempre un complotto. Quelli che il problema è sempre un altro. Devo dire che nel mio piccolo, anch’io ho i miei followers quelli che se faccio se faccio una battuta sul PD, mi scrive…“Bastardo Crozza, quanto t’ha dato Grillo?”. E se invece la battuta è su Grillo scrivono “Bastardo Crozza, quanto t’ha dato il PD?”. In Rete li chiamano “haters”… che tradotto vuol dire “odiatori”. Io me ne sono immaginato uno e l’ho chiamato “NAPALM 51”…Magari si chiama Ernesto Rossi, ma la rete lo conosce come “NAPALM 51” e lo teme. Praticamente un cagatore di cazzo seriale che sta tutto il giorno davanti al computer a vomitare bile…”

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Referendum, Salvini vs Boschi: “Nessuna credibilità. Come per Banca Etruria”. “Non è un voto su mio padre”

prev
Articolo Successivo

Il Di Battista di Crozza diventa Jeeg Robot: “Metto il casco e prendo a testate la disonestà. Dibba è qua”

next