José Manuel Barroso è una persona onesta e un amico”, premette il presidente della Commissione europea Jean-Claude Juncker durante un’intervista con alcuni youtuber. Quanto alla scelta del suo predecessore di andare a lavorare per la nota banca d’affari Goldman Sachs, che ha generato aspre polemiche tra i funzionari Ue, Junker aggiunge: “Non ho problemi con la decisione di lavorare nel settore finanziario. Ma non per quella banca”. E spiega: “La Goldman Sachs è stata una delle organizzazioni che, consapevolmente o meno, ha contribuito all’enorme crisi finanziaria tra il 2007 e il 2009. Uno si meraviglia per la scelta di lavorare proprio per questa particolare banca”

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Europa tra migrazioni e disuguaglianza, Enrico Letta: “Un piano? Non ce l’hanno. Ecco perché l’Ue rischia di sparire”

next
Articolo Successivo

Sanità lombarda, la cataratta in autobus

next