Chi è Ricky Farina? Non credo alle persone che dicono di non conoscersi, io mi conosco benissimo: so che sono sensibile, a volte sensitivo, spesso sensoriale, e per nulla sensista.

Credo all’esistenza e alla persistenza dell’anima, le mie viscere mi interessano meno dell’anima. Credo che l’anima sia un soffio vitale, un incresparsi di nostalgie, un tuffo ridente negli abissi, e la capacità di immaginare e di sentire che anche le pietre hanno un cuore che pulsa e sfoglia orizzonti in se stesso.

Non penso che la vita non abbia un senso, anche i chiodi hanno un senso, figuriamoci la vita che di certo non si lascia appendere a un muro ma scorre, ed è questo il suo senso: scorre con noi e senza di noi. Tutto qui. Ed è lo stesso motivo per cui faccio film, per cui improvviso film, senza attori, senza trama, senza sceneggiatura, senza scenografia, senza produttori, senza niente che non sia la mia vita che scorre e fugge via.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Basilicata, arriva la prima card per celiaci: convenzioni per prodotti senza glutine anche nella grande distribuzione

next
Articolo Successivo

Taci uomo sessista, razzista e omofobo. Ma il diritto di manifestazione del pensiero?

next