“Non mi vergogno a dire che, dopo la strage perpetrata a Nizza ieri sera, se fossi americano voterei Donald Trump. Ha promesso di buttare fuori dai confini degli Stati Uniti tutti i credenti in Allah. Lo so che quello che dico può scandalizzare i perbenisti di turno. Ma con questi islamici non se ne può più”. A lanciare l’attacco nei confronti della comunità musulmana non è un politico leghista, ma don Pasquale Giampaglia, parroco di Forlì del Sannio (Isernia), sulla propria pagina Facebook. “Per dovere di ufficio ho dovuto sempre parlare di tolleranza. Ora mi sono stufato: dico quello che penso. Questi islamici non li sopporto e mi sono intollerabili. Ora dite pure che sono razzista: sono felice di essere definito tale”.

Don Pasquale, 44 anni, è originario di Castellammare di Stabia (Napoli), ma è parroco in Molise da molti anni. Il suo post su Facebook ha suscitato non poche polemiche, con centinaia di commenti a seguire le sue parole. Qualcuno ha provato a ricordare al parroco che, secondo la religione cristiana, “dovrebbe professare fratellanza e porgere l’altra guancia”. Ma alle critiche, don Pasquale risponde seccamente: “Scrivi al papa e digli di scomunicarmi. Anzi ti invito anche a denunciarmi alle autorità ecclesiastiche”. E ancora: “Ho espresso solo quello che pensano in tanti anche nella chiesa e che per ragioni di opportunità non osano dire. Mi dispiace aver scandalizzato qualcuno. Per eventuali denunce della mia persona alle competenti autorità ecclesiastiche fatemelo sapere che vi fornisco tutti i contatti utili per accelerare il processo di rimozione del parroco di Forlì del Sannio”.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Terrorismo, Stucchi (Copasir): “Foreign fighter diventano terroristi interni”. Chiusa indagine su due marocchini: “Torno in Italia e mi faccio esplodere”

prev
Articolo Successivo

Migranti, almeno venti morti nel Canale di Sicilia. 366 naufraghi tratti in salvo

next