Dopo l’incontro con il sindaco di Milano Giuseppe Sala a Palazzo Marino, Matteo Renzi si lascia andare a un momento amarcord: “Un anno fa di questi tempi qualcuno si chiedeva se Expo era un flop. Ma poi sono venuti un sacco di italiani, 21 milioni di persone. Con code chilometriche, tanto orgoglio, tanta gioia. Con buona pace dei professionisti della critica, un anno fa Expo si è incaricato di smentire i profeti del malaugurio“. Ma il premier tace sulla recente inchiesta della procura di Milano che ipotizza che alcuni appalti per i lavori nei padiglioni siano finiti attraverso una controllata di Fiera Milano a un consorzio legato alla mafia. Nessuna risposta nemmeno alla domanda cheilfattoquotidiano.it prova a rivolgere a Renzi poco dopo, durante la sua visita al Museo Nazionale Scienza e Tecnologia @gigi_gno

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Rifiuti, blitz di Raggi a impianto Ama: “Sistema fallimentare, va cambiato. Condizioni di lavoro pessime”

next
Articolo Successivo

Referendum, Grillo: “La riforma è incomprensibile, bisogna votare no”. Poi a Raggi: “Miracolo, ora dare il massimo”

next