islanda 675ISLANDA: non si esagera se la si definisce la più grande sorpresa della storia degli Europei. Una nazione grande quanto una piccola provincia, con una concentrazione di talento innaturale, in grado di entrare fra le prime otto d’Europa. Eliminando addirittura la favoritissima Inghilterra. E poi la festa dei tifosi, la “geyser dance” che è diventata immagine e colonna sonora del torneo. Né prima né dopo Euro 2016 ci sarà mai nulla di simile all’Islanda. Ma questa nazionale non scomparirà: la Federazione ha costruito qualcosa di importante ritrovandosi un gruppo giovane e forte. Ne sentiremo ancora parlare. VOTO: 8

Sostieni ilfattoquotidiano.it: il tuo contributo è fondamentale

Il tuo sostegno ci aiuta a garantire la nostra indipendenza e ci permette di continuare a produrre un giornalismo online di qualità e aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per il nostro futuro.
Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili