mario gomez 675THOMAS MÜLLER: giocatore un po’ sgraziato e mai troppo spettacolare, per il suo calcio d’altri tempi non viene mai considerato (e a torto) come il fuoriclasse assoluto che è. Invece era lui la stella della Germania campione del mondo, eliminata malamente in semifinale dopo aver superato l’Italia ai rigori. E dopo essere stato vice-capocannoniere a Brasile 2014, in Francia ha chiuso il torneo a zero gol. Una delusione. VOTO: 5

Sostieni ilfattoquotidiano.it: il tuo contributo è fondamentale

Il tuo sostegno ci aiuta a garantire la nostra indipendenza e ci permette di continuare a produrre un giornalismo online di qualità e aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per il nostro futuro.
Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili